dal Blog de LaMercantiSubscribe Now

Celle di Herman Miller

Celle nasce dall’immaginazione del designer Jerome Caruso. Egli visualizzò una superficie di seduta intelligente ad alto contenuto tecnico, composta da centinaia di piccole cellule e anse deputate al supporto e alla risposta differenziata alle diverse aree del corpo. Per implementare questa visione le ricerche furono incentrate sull’ottimizzazione delle prestazioni della sedia, e in modo particolare sul sistema brevettato di sospensioni a cellula.

Per soddisfare i requisiti progettuali, che con Celle Herman Miller volevarealizzare una sedia molto più comoda di altre appartenenti alla stessa fascia di prezzo, venne fatto ricorso a più metodologie di ricerca, quali le valutazioni degli utenti finali, le prove comparative e l’opinione di ergonomisti e professionisti di biomeccanica provenienti da varie parti del paese.
Sotto il profilo ergonomico, anche Celle, come le sedie da lavoro Aeron e Mirra di Herman Miller, integra cinque elementi ergonomici:
1. Misura e adattabilità.
Sono stati utilizzati i dati antropometrici rilasciati da CAESAR (Civilian American and European Surface Anthropometry Resource) e da altre fonti per ottenere una sedia in grado di adattarsi a strutture corporee diverse per forma e dimensioni.
2. Stabilizzazione pelvica.
Lo schienale di Celle integra il profilo passivo PostureFit di Herman Miller.
3. Cinematica.
Celle adotta Tilt Harmonic, il meccanismo di comprovata efficacia messo a punto da Herman Miller.
4. Distribuzione della pressione.
Durante il processo di sviluppo di Celle, Herman Miller ha utilizzato le proprie conoscenze di mappatura della pressione per contribuire alla progettazione della dimensione delle cellule, delle regioni flessibili e del profilo.
5. Comfort termico.
Le possibili opzioni di rivestimento e tessuto sono state valutate utilizzando speciali sensori di temperatura, chiamati termocoppie.

About Marco Olivieri

"Lavoro nel campo del CONTRACT. Faccio in modo di ispirare i miei dipendenti affinchè siano creativi e si divertano. Servo clienti grandiosi, entusiasti dell'innovazione e del miglioramento continuo, davvero. E non ho mai amato un lavoro, nè un'azienda come amo questa. Mi chiamo Marco Olivieri e sono de La Mercanti."
Dal 1997 amministratore delegato e direttore marketing de La Mercanti.

Speak Your Mind

*