dal Blog de LaMercantiSubscribe Now

Magazzini Automatici: opportunità di successo per un’azienda al passo con i tempi

Molte aziende si trovano in una fase di indecisione tra lo stare fermi, continuando a gestire la logistica aziendale utilizzando strutture di stoccaggio statiche, ad esempio le scaffalature metalliche, e demandando l’operatività dei magazzini al personale con i classici strumenti per la movimentazione, e la possibilità di investire nell’automazione.

Stare fermi sicuramente porterà ad un risparmio iniziale dovuto al non dover spendere soldi per l’acquisto di nuove attrezzature, ma nel tempo esporrà l’azienda al rischio di non riuscire a stare al passo delle mutevoli e sempre più esigenti richieste del mercato.

Oggi vale seriamente la pena prendere in considerazione l’opportunità di investire in automazione per il magazzino.
Un magazzino automatico offre i seguenti benefici rispetto ad una soluzione tradizionale:

– Generalmente una minore occupazione di superficie a parità di merce stoccata, consentendo, o un risparmio economico nel caso di costruzione di una nuova struttura, o di liberare area per destinarla ad esempio ad un ampliamento della produzione.
– Controllo e aggiornamento della gestione degli inventari con le scorte gestite con grande precisone e in maniera assolutamente affidabile dando così all’azienda la possibilità di ridurre i volumi stoccati, diminuendo l’immobilizzo di capitale, senza rischiare la rottura di stock.
– Automatizzazione delle operazioni di entrata e uscita dei prodotti. Questo aspetto ha come primo beneficio quello di ridurre i tempi di picking e di lead time di un ordine sia si debba prelevare a pallets interi sia a colli misti. L’automazione di magazzino si fonda sul concetto di “merce all’uomo” a differenza dei sistemi di stoccaggio statici dove si lavora con “uomo alla merce”. Con il magazzino automatico si migliorano le condizioni di sicurezza nelle operazioni di prelievo e deposito poiché vengono eliminate tutte quelle movimentazioni in quota con mezzi di sollevamento, che spesso causano incidenti sul lavoro o danneggiamenti delle attrezzature come scaffalature e carrelli elevatori.
– Con il principio di lavoro ”merce all’uomo” si ha l’eliminazione totale degli errori di prelievo/deposito dovuti alla gestione manuale, si ottengono importanti incrementi di produttività nella logistica, con la possibilità di aumentare o diminuire gli orari di funzionamento degli impianti automatici in base alle necessità aziendali.
– Possibilità di adeguamento a condizioni di lavoro particolari come temperature negative, umidità estrema.
– Possibilità di controllo totale delle ubicazioni, della preparazione degli ordini in tempo reale e della produttività degli operatori.
– Eliminazione degli errori nelle spedizioni.
– Aumento della velocità nella preparazione degli ordini.
– Miglioramento nel rispetto dei tempi di consegna degli ordini.
– Riduzione del tempo nelle operazioni di fornitura.
– Miglior sfruttamento delle risorse fisiche e umane.
– Riduzione drastica delle perdite per deperimento.

Dal punto di vista economico oggi siamo in presenza di un importante strumento che consente di superare il principale ostacolo per investire in un magazzino automatico che è quello dell’elevato costo.
Nella Legge di Bilancio, il Governo Italiano, al fine di favorire gli investimenti in beni materiali strumentali nuovi e per i beni funzionali alla trasformazione tecnologica e/o digitale delle imprese in chiave Industria 4.0, ha inserito lo strumento agevolativo del cosiddetto iper ammortamento, che prevede l’ammortamento del bene con valore del costo di acquisto maggiorato del 150%.
I magazzini automatici rispettano i requisiti di ammissibilità all’agevolazione prevista.

About Andrea Bollettini

Responsabile divisione "LOGISTICS". Perito elettronico, è specializzato nell'area della "Supply Chain" frequentando vari seminari: "Controllare e migliore le prestazioni del sistema logistico", "Il responsabile del magazzino", "La gestione e il controllo delle scorte" (2003); "Progettare, realizzare, avviare un magazzino moderno" (2001).

Speak Your Mind

*