dal Blog de LaMercantiSubscribe Now

Progettare l’Ufficio Moderno

Una delle tendenze emergenti è creare ambienti di lavoro sempre più simili a spazi domestici, che garantiscano il comfort a chi lavora, in una sensazione di tranquillità domestica: sistemi d’arredo utilizzabili in modo trasversale che sanno interpretare in maniera diversa il mondo della casa e dell’ufficio.

Accanto alle scrivanie e alle sedie operative e direzionali, sono state proposte alcune soluzioni per zone comuni, relax e poltrone attesa; dai divanetti e poltroncine imbottiti, ai sistemi di panche con cuscini con integrazioni di tavolini fino ai contenitori che si trasformano in sedute. Gli elementi integrati sono spesso predisposti per lavorare al computer e per garantire maggior privacy e comunicazione dotati di paretine fonoassorbenti.

Sempre con l’obiettivo di creare ambienti di lavoro confortevoli, contemporanei e di grande suggestione, i sistemi d’arredo offrono una maggiore cura degli aspetti estetici più che tecnici. Grande importanza viene data all’utilizzo di colori chiari, finiture ricercate, laccature lucide, vetri colorati e legni particolari. Nei direzionali si impiegano materiali eleganti, ad esempio il cuoio, usato perfino per decorare contenitori e reception.

Tutto questo con un occhio sempre più attento al contenimento dei costi.
Per raggiungere questo obiettivo la tendenza è proporre scrivanie più semplici e pratiche, prive di qualsiasi elemento superfluo tra cui le maniglie dei contenitori, scrivanie sempre più minimal e meno ingombranti realizzate con materiali più leggeri e con minor componentistica e accessori. Un esempio di questo approccio si ritrova nella scomparsa della cassettiera sostituita spesso da mobiletti pensili sotto il piano di lavoro o da piccole vaschette sottopiano.

La semplificazione delle scrivanie è favorita anche dalla diminuzione delle attrezzature necessarie sul piano di lavoro: gli schermi piatti e l’uso di computer portali richiedono un piano meno profondo (la normativa tecnica infatti non richiede più l’obbligatorietà degli 80 cm). Questa riduzione degli ingombri consente il recupero dello spazio da dedicare ad altre aree comuni (relax, lounge, attesa ecc.).

Anche nell’ambito delle sedute operative e direzionali, il mercato è sempre più attento alla riduzione dei costi, ma non può prescindere dalla qualità: questo risultato è spesso raggiunto anche grazie all’utilizzo di materiali riciclabili, spesso monomaterici, assemblati meccanicamente senza l’impiego di collanti.
In ultimo le pareti divisorie, una tipologia di prodotto che probabilmente ha già espresso tutte le sue potenzialità, declinando moduli vetrati mono o bi lastra in qualsiasi soluzione. La guerra del profilo più sottile è già superata e solo una visione completamente innovativa di pareti divisorie in vetro potrà portare una rivoluzione in questa famiglia di prodotti.

Arper, Knoll e Herman Miller per i nuovi uffici di Google

Sempre in cima alle classifiche dei posti di lavoro migliori in cui lavorare: è Google. A Buckingham Palace Road è la nuova sede degli uffici di Google a Londra, progettati dallo studio di interior design Scott Brownrigg e ristrutturati in soli quattro mesi: 40.000 mq, il tema scelto per gli interni, in accordo con Joe Borrett e Jane Preston di Google, è geografico.

Dalle classiche cabine telefoniche di Londra alle casette delle spiagge di Brighton: sono molti gli elementi iconici della zona che si ritrovano all’interno. Tra gli arredi non mancano alcuni tra i più noti pezzi di design: Arper Italia, Knoll, Herman Miller ed altri noti brand dell’arredamento ufficio.

Tutto molto colorato, secono la cartella colori del logo, per un effetto generale di freschezza e coinvolgimento: all’interno sono disponibili anche una palestra con spa e un ristorante gratis per i 300 fortunati dipendenti 😉

Via Dezeen

La Mercanti, interni ufficio e contract come missione

Tecnica e cultura, mix vincente
intervista al dott. Marco Olivieri

L’azienda di design La Mercanti progetta luoghi di lavoro e spazi pubblici con un’attenzione particolare alla ricerca focalizzata non solo sui prodotti, ma anche sugli aspetti tecnici ed ergonomici.

Il settore dell’arredo per ufficio è forse uno dei segmenti più complessi nel mondo degli interni, dove una molteplicità di fattori – dall’ergonomia alle normative, dalla funzionalità all’aspetto – devono confluire in un progetto di assoluta qualità prestazionale ed estetica.

L’ufficio ha la fama di essere un posto più che sgradevole caratterizzato da disciplina, omologazione e gerarchia, lontano da qualsiasi cosa che possa evocare la vita reale. In LaMercanti invece pensiamo che possa essere un ambito piacevole e interessante. Per questo per tredici anni abbiamo fatto dell’ufficio la nostra principale preoccupazione, sviluppando questioni culturali, aspetti ergonomici, dettagli tecnici

racconta il dott. Marco Olivieri, amministratore delegato de LaMercanti, azienda dedicata a mobili per ufficio, contract e magazzino.

All’attivo clienti come Sheraton Hotels, Micron Technology, Equitalia Pragma, Banca Generali, Telecom Italia, Università di Bologna, e progetti di magazzini come Aran World e Morgan Carbon Italia. La sede a San Benedetto del Tronto in quell’area privilegiata del centro Italia.

Postazione corretta, per prevenire disagi psicofisici

Definizione: in ufficio una postazione di lavoro è corretta, dal punto di vista ergonomico, se è organizzata da strumenti che contribuiscano, in modo rilevante, a prevenire tutta una serie di disagi psicofisici che possono generare stati di affaticamento mentale, visivo e muscolare

Non ci credete? Guardate cosa può succedere… 😉

Cavolo… guardate sotto che bell’idea! … achh peccato

Ricordatevi di spegnere sempre il cellulare durante le riunioni…

Avevamo parlato di movimento in ufficio per aumentare la produttività… ma senza esagerare :)

Chiedo a Marco Falconi che scrivanie ufficio design andrebbero bene per la corsa ad ostacoli…

Addirittura… perchè prendersela con il PC??

Termino con… la crisi di un metallaro (beh… la musica è importante)

In ufficio Italiani disordinati

Italiani in ufficio molto disordinati, ma focalizzati sull’efficienza e sul risparmio dei costi. Più organizzate le donne, interessate all’innovazione.

DYMO, lo specialista dell’organizzazione in ufficio, presenta la prima ricerca europea sull’ordine nell’ambiente di lavoro. Ne emerge una fotografia dei principali paesi europei, tra cui i paesi nordici risultano i più organizzati. Gli italiani fanalino di coda.

Ecco i risultati della ricerca commissionata da Gfk nel mese di marzo ’09, che ha coinvolto 1.400 lavoratori in 9 paesi europei: analisi delle abitudini nel luogo di lavoro di italiani, francesi, inglesi, tedeschi, spagnoli, belgi/olandesi e svedesi/norvegesi con l’obiettivo di studiare il significato e le forme di organizzazione presenti in ufficio.

Ciò che emerge e che accomuna tutti i Paesi è che essere organizzati in ufficio significa essere efficienti.

Per quanto riguarda il nostro Paese, il 79% degli italiani ritiene che l’organizzazione in ufficio sia sinonimo di efficienza e il 92% è convinto che un’azienda organizzata sia in grado di risparmiare sulle spese di gestione.

In particolare, le donne sono più propense all’ordine rispetto agli uomini che vivono il “fare ordine” come una costrizione e, di conseguenza, hanno prevalentemente scrivanie più disordinate. L’86% delle donne dichiara che il disordine è fonte di stress, mentre l’89% degli uomini sostiene che essere organizzati permette di concentrarsi maggiormente sui compiti più importanti assolvendoli con più facilità e velocità, avendo tutto sotto controllo.

Dirigenti e impiegati

Dirigenti e impiegati hanno la stessa attitudine all’ordine, ma il 77% dei dirigenti è più focalizzato sulla produttività e l’efficienza, mentre il 58% degli impiegati é più concentrato sull’immagine dovuta a una buona organizzazione e sulla ricerca di strumenti in grado di semplificare i compiti da assolvere. Inoltre, l’85% dei dirigenti – rispetto al 79% degli impiegati – è convinto che un’azienda organizzata sia più competitiva sul mercato.

Dalla ricerca emerge, inoltre, che l’83% degli italiani dichiara di essere più organizzato e ordinato in ufficio rispetto che a casa, con una prevalenza di donne rispetto agli uomini.

In generale, quindi, gli italiani attribuiscono grande importanza all’organizzazione e più dell’85% si dichiara fiero di essere riconosciuto dagli altri come una persona organizzata.

La percezione degli europei

Non la pensano così i nostri vicini di casa che considerano gli italiani il popolo più disordinato, seguito solo dagli spagnoli e, a grande distanza, dai francesi. Tra i Paesi più ordinati spiccano i Paesi del nord con i tedeschi al primo posto della classifica.

I 2 soci Mercanti

Vi presento “I Mercanti“, ovvero i 2 soci de La Mercanti in questa caricatura non troppo rassicuranti ma credete a noi sono molto interessanti.

andrea e marco LM

Alla vostra sinistra Andrea BOLLETTINI che ha sempre a che fare con i MAGAZZINI.
A lui potete rivolgervi per qualsiasi cosa che riguardi il vostro magazzino. Volete che sia più efficiente, più moderno e attrezzato, chiamate Andrea, il più preparato; a qualsiasi domanda ed esigenza risponde senza alcuna esitazione mai confonde.

Si occupa in maniera ineccepibile di tutto ciò che riguarda la logistica, ovvero quella che è l’organizzazione e la gestione del vostro magazzino. Come renderlo più efficace? Lui di certo può aiutarvi ad ottimizzare gli spazi. Si muove con destrezza, proprio come una frezza, tra scaffalature metalliche e compattabili, etichette magnetiche ed armadi spogliatoio…cosa altro ancora vi chiederete? Nel nostro sito lo scoprirete se ben navigherete :)

Alla vostra destra invece Marco OLIVIERI che batte tutti i pasticcieri. I suoi ingredienti son speciali per quel che riguarda i direzionali. I vostri UFFICI renderà luminosi e splendenti con pareti divisorie talvolta anche trasparenti. Con lui, niente uova, zucchero o farina bensì sedie e scrivanie che renderanno tutta la tua vita in ufficio molto più carina.

Di interni e di design si occupa. Potrà rispondere a tutte le esigenze per arredare i vostri uffici direzionali, operativi, reception e sale riunioni. Nulla con lui potrete omettere, grazie ai suoi consigli e suggerimenti un layout eccellente permettere.
Ma cosa vedete di strano in questa foto? Eh si! Quel sigaro sul suo faccione non rassicura nemmeno le poltrone, ma credete a noi il “wellness” è la sua principale passione e nel web manifesta tutta la sua creazione.

MARCO E ANDREA: l’uno lento e silenzioso, l’altro rapido e meticoloso, insieme una gran sintonia che rende La Mercanti l’azienda più FORTE che ci sia.

By Laura & Silvia

Help di Silvia a tutti i navigatori lamercanti.it

Silvia suggerisce ai visitatori del sito web LaMercanti gli strumenti per la ricerca e i servizi offerti.

Guardatevi il video 😉

Finalmente il blog de La Mercanti è online!

Tutto lo staff de La Mercanti vi dà il benvenuto sul nostro BLOG, sul paese che non dorme mai, aperto 24 ore su 24, aperto alle novità, al design, all’ergonomia, alla tecnologia, all’ecologia, alla sostenibilità, aperto a tutto sul settore dell’arredo ufficio.

Siamo la prima azienda nel mondo dell’ufficio e della logistica ad avere un blog, non per vizio di protagonismo o sterile tentativo di cavalcare l’innovazione tecnologica, ma per necessità.

L’idea è nata dall’esigenza di condividere la passione delle persone che, come me, hanno a che fare con il miglioramento dell’ambiente ufficio e del magazzino, senza dimenticare la complessità dell’individuo, l’importanza del suo benessere e del suo coinvolgimento emotivo.

In questo blog cercheremo di raccontarvi dello “spazio lavoro” come fattore di successo, teso a favorire e potenziare la produttività e a motivare l’individuo.

Beh sappiate che potrete partecipare anche voi!

Buona lettura.
Marco Olivieri