dal Blog de LaMercantiSubscribe Now

Illuminazione e Acustica in ufficio: dedicato a occhi e orecchi

Diversi studi hanno dimostrato che l’ambiente lavorativo influisce in maniera determinante sulla produttività degli impiegati. E’ necessario, quindi, che gli spazi adibiti vengano adeguati alle esigenze attuali, dominate da una competitività è acerrima. Nell’ufficio ideale temperatura dell’ambiente, colori, illuminazione o profumi, sono fattori che creano nei dipendenti una sensazione di benessere.

Le soluzioni illuminotecniche de La Mercanti® portano le imprese da una concezione di luce riferita alla stanza, a una riferita ai compiti visivi e mostrano, come con una luce migliore, il rendimento e il benessere dei collaboratori possono essere aumentati. Il risultato è “la luce giusta nel luogo giusto” con un’elevata economicità, massimo adattamento alle esigenze del posto di lavoro e migliore motivazione dei collaboratori.

Per una buona capacità di concentrazione l’acustica è molto importante, come ben puntualizzato da Sedus su Place2.5: dominare i rumori e determinare i suoni significa cambiare la performance, la creatività e il benessere delle persone che lavorano. La giusta concentrazione (ossia il lavoro in modo qualitativo) richiede adeguato silenzio. Se Isaac Newton si fosse seduto sotto un albero di mele nei pressi di un aeroporto, sicuramente non sarebbe arrivato a a formulare la teoria della forza di gravità.

Il rumore danneggia la salute, limita la comunicazione, influisce negativamente sull’umore e soprattutto fa diminuire il rendimento. Motivi sufficienti, questi, per porre seriamente la questione acustica tra gli elementi di studio nella fase progettuale di un ufficio. Sono le conversazioni chiaramente percettibili quelle che distraggono maggiormente. L’impiegato non riesce a concentrarsi e il suo potenziale di prestazione diminuisce. Ci vuole poco perché la semplice comunicazione, necessaria negli si trasformi in fastidioso rumore.
Gli spazi lavorativi devono trasmettere ai dipendenti una sensazione di calma e di benessere, ma nel contempo devono permettere un’adeguata comunicazione. E’ possibile modificare gli ambienti senza imbarcarsi in grandi imprese economiche e in radicali lavori di ristrutturazione? Esistono diverse soluzioni che permettono di trasformare un ufficio in un’oasi spaziosa e silenziosa. Il sistema più diffuso è quello a pareti divisorie mobili, impiegate soprattutto per ottenere tranquillità tra postazioni di lavoro.

Per trasformare un luogo di lavoro in un’area confortevole, installare un elemento fonoassorbente, seppur costoso, non basta, perché si corre il rischio di perdere l’occasione di creare uno stimolo utile a quel benessere che aiuta la produttività. Una buona soluzione d’isolamento acustico dovrebbe offrire un buon effetto fonoassorbente, ma anche un gradevole aspetto estetico, che contribuisca a creare un’atmosfera piacevole. Le pareti divisorie devono, inoltre, essere adattabili a qualsiasi contesto ambientale e soddisfare le diverse preferenze individuali.

About Marco Olivieri

"Lavoro nel campo del CONTRACT. Faccio in modo di ispirare i miei dipendenti affinchè siano creativi e si divertano. Servo clienti grandiosi, entusiasti dell'innovazione e del miglioramento continuo, davvero. E non ho mai amato un lavoro, nè un'azienda come amo questa. Mi chiamo Marco Olivieri e sono de La Mercanti."
Dal 1997 amministratore delegato e direttore marketing de La Mercanti.

Speak Your Mind

*